top of page

GALLERY

IN EVIDENZA

Prog. Teatro In Pineta 2024 .jpg

Partenza col botto per questa rassegna di Teatro In Pineta 2024.

La rassegna Teatro In Pineta prevede quest’anno una ricca varietà di spettacoli, sono infatti 17 appuntamenti, 14 spettacoli differenti, 6 compagnie teatrali ospiti, e più di 43 artisti coinvolti, tutti pronti sulla griglia di partenza.

Si parte subito con Tre diversi e avvincenti appuntamenti, nei primi tre giorni di rassegna dal 21 al 23 giugno.

Venerdì 21 giugno ore 21:00 ospitiamo la compagnia milanese Baroni Rampanti che porta in scena l’opera di Leopold von Sacher-MasochVENERE IN PELLICCIA” diretta da Emanuela Bonetti ed interpretata da Manila Barbati e Martino Palmisano. L’ottusità e il maschilismo della società del 1870 (non molto è cambiato da allora) vengono sovvertiti dalla spregiudicata protagonista che riesce, con eleganza e astuzia, a dominare e ridicolizzare l’uomo. L’aristocratico Severin è così perdutamente innamorato e succube della giovane e bella vedova Wanda von Dunajew, da arrivare a sottoscrivere un formale contratto con il quale si impegna a diventare suo schiavo, con il nome di Gregor. 

“...lei avrà anche il diritto a maltrattarlo secondo il suo capriccio o addirittura ucciderlo, se le aggrada...” 

Il geniale Sacher Masoch ci rivela, con spietata lucidità alcune dinamiche profonde e paradossali della relazione di coppia, interpretate dagli attori con intensità e con raffinata ironia. 

Si prosegue già il giorno dopo Sabato 22 giugno ore 21:00 con il collaudato e lanciatissimo spettacolo “I CUNTA STORIE”: la restituzione del laboratorio teatrale, “Il Gioco dell’Attore”, condotto da Dario Lacitignola presso il MuLab (Museo Laboratorio Arte Contadina) Pezze di Greco, da Novembre 2023 a Maggio 2024. La rappresentazione, si sviluppa in 13 quadri, 13 monologhi, scritti ed interpretati dagli stessi partecipanti, che si sono messi in gioco, con il corpo, con la voce, ma sopratutto con la propria umanità. I testi infatti nascono, da “urgenze” da condividere, urgenze personali, intime, ma allo stesso tempo universali. Orecchie attente, potranno scorgere tra le righe degli elaborati, emozioni personali, latenti, nascoste e persino mai esternate. “L’elaborato che proponiamo in scena, non mostrerà la capacità di saper stare su un palcoscenico, ma la voglia di condividere un percorso ed un testo che, siamo sicuri, non vi lascerà indifferenti. Si calca un palcoscenico, non per farsi notare, ma per lasciare, in ciascuno, un segno, un pensiero, una riflessione, se pur piccola”.

La tre giorni di inizio rassegna si conclude con Domenica 23 ore 21:00 ospitando un’altra forte e intensa rappresentazione teatrale dal profondo impatto sociale, “girl woman other - ragazza donna altro” frutto anch’esso di un restituzione di un laboratorio teatrale per adulti “Lègami sul palco“ curato dal Teatro delle Forche e tenuto dagli attori Giancarlo Luce, Erika Grillo e Chiara Petillo da ottobre 2023 ad aprile 2024 al Teatro Comunale “N. Resta” di Massafra (TA). Una restituzione teatrale letteraria sui temi della contemporaneità, sul Futuro Prossimo Venturo delle giovani generazioni e delle non più giovani nel caos della vita quotidiana, alla ricerca di un equilibrio da cercare nell’alterità che ci circonda. Dal romanzo Ragazza, Donna, Altro di Bernardine Evaristo, insignito, tra gli altri premi, del Booker Prize nel 2019 e del British Book Awards nel 2020, edito in Italia da SUR con la traduzione di Martina Testa. Il libro racconta la vita di dodici donne, dai 19 ai 93 anni, che hanno vissuto in Inghilterra dai primi del '900 agli anni 2000, intrecciate tra loro da legami di parentela, amicizia o esperienze di vita.

Gli altri appuntamenti in locandina. 

Novità di quest'anno la prenotazione è online. 

LIK  PER LE PRENOTAZIONI

  

 

o con messaggio WhatsApp al numero:  +39 347 5986360

 

Ingresso con tessera associativa a € 3

spettacolo a contributo libero e consapevole.

 

Il programma potrebbe subire della variazioni indipendenti dalla volontà degli organizzatori, ci scusiamo per l’eventuale disagio. La direzione artistica. 

bottom of page